Home / Giuria

Giuria

  • MARCO BELLANO

    Marco Bellano, dottore di ricerca in cinema, è professore di History of Animation (in lingua inglese) all’Università di Padova. Ha insegnato anche Storia della Popular Music al Conservatorio di Ferrara e History of Italian Cinema presso la sede di Padova della Boston University. Ha inoltre tenuto corsi alla Fondazione Bruno Kessler di Trento. È autore di numerose pubblicazioni sulla musica per gli audiovisivi e sul cinema d’animazione, uscite in Italia, Europa e USA. Giornalista pubblicista, si occupa di divulgazione e didattica musicale dal 2001. Collabora attualmente con il Palazzetto Bru Zane, nonché con altri enti e associazioni attivi nell’ambito dell’organizzazione di eventi sulla musica e sul cinema.

    È co-redattore della rivista Cabiria-Studi di cinema e vicepresidente dell’Associazione culturale “Francesco e Paolo Contarini”. Nel 2014 la SAS-Society for Animation Studies gli ha conferito il premio internazionale Norman McLaren-Evelyn Lambart, per il miglior articolo accademico sul cinema d’animazione del biennio 2010-11. Nel maggio 2014 ha ideato e curato per l’Università di Padova e la SAS il convegno “Il cinema d’animazione e L’Italia”, la cui seconda edizione, “L’animazione e le arti”, si è tenuta nell’ottobre 2016. Dal 3 al 7 luglio 2017 sarà presidente del 29° Convegno Annuale della SAS, “And Yet It Moves”, ospitato per la prima volta in Italia, presso l’Università di Padova. È stato docente e relatore in sedi accademiche quali Oxford, Brighton, Guildford, Canterbury, Madrid, Salamanca, Oviedo, Murcia, Potsdam, Kiel e Heidelberg. Ha fatto parte della giuria del concorso per cortometraggi animati dell’Euganea Film Festival nel 2015.

    È autore dei libri Animazione in cento lm (con Giovanni Ricci e Marco Vanelli, 2013) e Metapartiture. Comporre musica per i lm muti (2007). Ha curato, con Giannalberto Bendazzi, un numero speciale dell’Animation Journal dedicato all’animazione italiana (2017). Diplomato con lode in Pianoforte presso il Conservatorio di Vicenza, ha poi intrapreso studi di composizione. Si è diplomato col massimo dei voti in Direzione d’Orchestra con Giancarlo Andretta.

  • PUCCIO CASTROGIOVANNI

    Nato a Catania nel 1962 da una famiglia di artisti e musicisti, n da piccolo studia il piano e suona il marranzano e la chitarra in vari gruppi folcloristici. Suona indi erentemente svariati strumenti etnici: dalle tastiere ai plettri, dai ati alle percussioni. Appassionato di liuteria, possiede una variegata collezione di strumenti delle tradizioni popolari. E’ uno dei fondatori del gruppo musicale I LAUTARI, con cui da oltre vent’anni svolge un’intensa attività concertistica e discogra ca. I Lautari si muovono nel solco della tradizione popolare e del suo rinnovamento con un progetto che prevede la ricerca e la rielaborazione di canti siciliani, ma anche la composizione di canzoni inedite nel rispetto dei motivi e delle forme tradizionali

    I Lautari collaborano in teatro con artisti e registi quali Pino Micol, Gabriele Lavia, Giorgio Albertazzi, Armando Pugliese, Peppe Barra, e partecipano a prestigiose rassegne, come il Club Tenco e ArezzoWave. Nel 2004 collaborano con la Due Parole – Narciso Records, etichetta catanese fondata da Carmen Consoli ed è anche da questo incontro che scaturisce “Anima Antica”, album che riassume una parte importante del loro cammino musicale. Nel 2006 partecipano alla realizzazione dell’album della Consoli “Eva Contro Eva”, aggiungendo ai suoni dell’album le peculiarità sonore, stilistiche e strumentistiche del loro gruppo. In concomitanza con l’uscita dell’album partecipano al tour promozionale del disco “Dal Simeto al Tamigi”.

    Il 15 Luglio 2006 i Lautari partecipano con successo al “Womad” (World Of Music Art and Dance), il Festival mondiale itinerante ideato e fondato da Peter Gabriel. Nel 2007 l’album di Goran Bregovic, Karmen (With a happy end), contiene un brano scritto dai Lautari, “Focu di raggia”. Nel 2007 Castrogiovanni, da solo e con i Lautari, inizia la sua collaborazione con Roberto Zappalà e la compagnia zappalà danza, in occasione della realizzazione di “Instrument 1'scoprire l’invisibile”, per il quale e ettua un’interessante ricerca sul marranzano. Successivamente Castrogiovanni rma anche le musiche di “A.semu tutti devoti tutti”, creazione di Roberto Zappalà, che ha vinto il Premio Danza&Danza quale miglior spettacolo italiano 2009. Nel 2013 collabora con Roberto Zappalà nello spettacolo "Sudvirus, il piacere di sentirsi terroni". Insieme ai Lautari compone e esegue dal vivo le musiche per “I am beautiful”, creazione della compagnia del 2016.

  • LUCA PULVIRENTI

    Luca Pulvirenti ha conseguito il B.A. (Hons) degree in Film & Animation presso l’Art Institute in Bournemouth(UK). Dopo alcune esperienze lavorative presso case di produzione d’animazione quali Dibulitoon (ES) , Bolex Brothers (UK) e Aardman (UK), nel 2005 decide di fondare lo studio di produzione indipendente “DeepSheet studiolab" con sede a Catania. Unitamente si dedica a numero- si progetti didattici e sociali per istituzioni pubbliche e private. Dal 2007 si interessa allo studio di sistemi interattivi per installazioni audio-video,, elaborando una personale estetica tra-digitale che restituisce l'animazione alle scene teatrali ed alle proiezioni cinematogra che negli spazi pubblici, conseguendo numerosi riconoscimenti in ambito internazionale.

    Dal 2009 è professore di applicazioni digitali per le arti visive presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo e docente freelance presso varie istituzioni internazionali : i suoi temi sono animazione, videografca e informatica per immagini. Conduce workshops di expanded cinema e animazione tra-digitale nell’ambito di meeting internazionali e all'interno del program- ma per l’istruzione europeo . È il fondatore e direttore creativo di mammasONica , un collettivo audiovisivo e di */Labs una piattafor- ma collaborativa per applicazioni creative.