Ailin on the moon (5’00’’)

di Claudia Ruiz - ARGENTINA

Lavorare, fare la spesa, cucinare, pulire, stirare, prendersi cura di Ailín: questa è la routine di Vilma, madre di 40 anni, sopraffatta dalla fatica e dall'intolleranza della pelle. Un giorno Ailín, richiede l'attenzione della madre e ne provoca uno scoppio emotivo della madre. La routine che li allontanava deve essere interrotta e questo permette loro di avvicinarsi di nuovo.


Winter Wind (4’27’’)

di Jeremy Andriambolisoa, Théo Duhautois, Quentin Wittevrongel, Alicia Massez, William Ghyselen, Thomas Dell'Isola Franciam FRANCIA (Progetto studentesco / opera prima)

Coinvolti in una violenta tempesta di neve, i conigli cercano rifugio nel castello del loro re.


When i am sad (6’30’’)

di Lilit Altunyan - ARMENIA

Un sorriso viaggia attraverso il mondo della tristezza trasformandosi in emozione e pensieri...

Yallah! (7’03’’)

di Nayla Nassar, Edouard Pitula, Renaud de Saint Albin, Cécile Adant, Anaïs Sassatelli, Candice Behague - FRANCIA (Progetto studentesco / opera prima)

Beirut, 1982. Mentre Nicolas si prepara a fuggire dalla sua città natale, dilaniata da una guerra civile senza fine, incrocia il cammino di Naji, un adolescente spericolato determinato ad andare in piscina. Cercando di proteggere il giovane, Nicolas si ritrova trascinato in una surreale corsa contro la guerra, tutto per la pura libertà di andare a nuotare.


Object of life (3’00’’)

di J- ack James Parry - AUSTRALIA

Il corto affronta il problema degli oggetti. Lavoriamo sodo. Sacrifichiamo il nostro tempo, il nostro amore e la nostra stessa vita per l'acquisizione di oggetti. Case, automobili, tante cose. Una vera e propria pila di oggetti. Alla fine a cosa porta tutto questo? La nostra vita non è altro che un accumulo insignificante di oggetti?


Lunch break (1’30’’) - (Iˆ Italiana)

di Reinout Jan Swinnen, Bram Van Rompaey - BELGIO

Joe è un operatore della gru. La gru è fatta per sollevare cose pesanti, Joe no. Lui è un uomo di mezza età in sovrappeso bloccato nella routine quotidiana in uno spazio confinato. Niente eccita Joe eccetto che una cosa, il momento in cui si illumina una fioca luce nella sua esistenza: la pausa pranzo. Finchè ce l’ha, Joe può conservare un minimo di sanità mentale. Ma un giorno si verifica un disastro...


The night watch (12’00’’) - (Iˆ Italiana)

di Julien Regnard - BELGIO

Una coppia si precipita fuori da una festa glamour. Sulla strada di casa, una discussione porta a un brutale incidente d'auto. Quando George riprende conoscenza, Christina è scomparsa. Sperimenterà quindi una vera e propria discesa all'inferno.


The hangman at home (13’50’’)

di Michelle e Uri Kranot - DANIMARCA

Il corto esplora i temi del riconoscimento e dell'intimità imbarazzante dell'umanità e si snoda attraverso cinque storie intrecciate. Ogni situazione presenta una persona, o persone in un momento delicato: fragile, giocoso, terrorizzato, contemplato, confuso, curioso... Siamo tutti molto simili in questi momenti, e questo ci deve invitare a riflettere e mettere in discussione la nostra responsabilità e le nostre risposte.


METALLO (12’50’’)

di Mikhal Bak - FRANCIA

In un sito industriale abbandonato, un vecchio inizia un viaggio mistico e solitario. La sua ricerca della verità lo porta in profondità nella fabbrica, per trovare il nocciolo del problema.


Mondo domino (6’15’’)

di Suki - FRANCIA

Alberi vengono abbattuti per essere utilizzati come decorazione per una sfilata di moda. Una satira animata contemporanea, sotto forma di una tragi-commedia. musicale d'azione burlesque, ci porta in un vortice delirante di reazioni a catena tanto caotiche quanto grottesche.


Night train (3’00’’)

ddi Sofia Gutman – FRANCIA - (Iˆ Italiana)

Una giovane donna sta tornando dal lavoro sul treno notturno. Sta prendendo il grande treno TER per la periferia della città. Sola, si affaccia sul paesaggio deserto. Un incontro casuale renderà questa notte memorabile.


Saint android (6’10’’)

di Lukas von Berg - GERMANIA (Progetto studentesco) - (Iˆ Italiana)

In un corto ambientato nel futuro, la moglie di Norman sta morendo. Negli ultimi momenti, lui chiede un consigliere ma non è quello che chiedeva lui.


A night at the cemetery (11’20’’)

di Stelios Polychronakis - GRECIA

Nell’isola di Creta, Maria si reca al cimitero ogni venerdì per visitare la tomba del suo amato marito. Quando l’autobus che prende solitamente si guasta, lei sarà costretta a restare una notte al cimitero tra le tombe.


Playground (8’16’’)

di Samaneh Asadi – IRAN (Iˆ Mondiale)

La protagonista del corto è una bambina stanca e svogliata a causa della malattia e della vita ospedaliera monotona, fino a quando un giorno non le viene consegnato un regalo molto speciale. Riuscirà a conservarlo per sempre?


A journey with my dad (10’30’’)

di Mor Israeli – ISRAELE (Iˆ Italiana)

Per la prima volta, Tamar, 5 anni, accompagna suo padre in un hotel dove i vacanzieri sembrano un po' strani... Attraverso gli occhi del bambino inizia poi un viaggio surreale in cui alla fine Tamar scoprirà la storia nascosta di suo padre.


Cokelicops (4’36’’)

di Orianne Leparmentier, Loïc Guillou, Lambert Dothée, Felix Sikora, Elie Boudalier - FRANCIA (Progetto studentesco / opera prima) (Iˆ Italiana)

Durante un incontro a porte chiuse, tre narcos scoprono una spia installata al contrario che rivela la presenza di un uomo sotto copertura.


Cromosoma x (9’01’’)

di Lucia Bulgheroni - ITALIA

Durante la pausa in ufficio, Rich e i suoi colleghi scherzano sulla nuova collega donna commentando alcune sue foto con allusioni e battute maschiliste. Un fumogeno rosa lanciato da alcune manifestanti femministe entra dalla finestra dell’ufficio e colpisce Rich, che viene così catapultato in un sogno profondo e infernale.


Promised land (8’42’’)

di Andrea Pierri - ITALIA

Ogni giorno moltitudini di persone rischiano la vita nel Mar Mediterraneo per raggiungere le coste meridionali dell'Europa, la nuova Terra Promessa. Il mare, che un tempo si aprì per consentire il passaggio di Mosè, ora si chiude con indifferenza sulle storie e le vite di innumerevoli vittime. Una realtà quotidiana che riguarda tutti noi.


Where the stone will fall (4’47’’)

di Beatrice Pucci - ITALIA

C’era una volta uno stagno dove abitava Gerda la rana... E poi c’era un re che diede un sasso a suo figlio e disse: “là dove cadrà prenderai moglie”. Come spesso accade nelle fiabe il destino offre possibilità inaspettate, in questo caso un sasso cade nello stagno e il principe si trova, suo malgrado, legato a Gerda la rana.


Peek-a-boom (5’25’’)

ddi Maya Zankoul, Toni Yammine - LIBANO (Opera prima) - (Iˆ Italiana)

Circondata dalla sua amorevole famiglia il giorno del suo compleanno, si verifica un evento che segna la vita di Mira per sempre.


Night (15’57’’)

di Ahmad Saleh - PALESTINA (Opera prima) - (Iˆ Italiana)

La polvere della guerra tiene gli occhi insonni. La notte porta pace e sonno a tutte le persone nella città distrutta. Solo gli occhi di una madre di un bambino scomparso rimangono vigili.


Your bad animals (11’15’’)

di Ido Shapira, Amit Cohen - ISRAELE (Opera prima) (Iˆ Italiana)

Rachel, giovane topo ribelle, vive da sola con sua madre in una tana. La sua unica connessione con il mondo esterno è un'app come Tinder, dove può guardare gli animali che vivono nella città sopra di lei. Quando il suo telefono si guasta, si ritrova inaspettatamente in un viaggio in cui esce con gli animali più pericolosi della città, nonostante la madre non voglia e la controlli. Esce con una giraffa carismatica, una tigre seducente e, infine, con un piacevole coniglio. Scoprirà che il mondo esterno non è quello che si aspettava e troverà nuova compassione nel suo rapporto con sua madre.


Do not feed the pigeons (8’40’’)

di Antonin Niclass - REGNO UNITO (Progetto studentesco) - (Iˆ Italiana)

Sono le 2 del mattino in una triste stazione degli autobus come tutte le altre. Una collezione di viaggiatori stanchi e soli sono in attesa dell'ultimo pullman. In qualche modo, in quel luogo freddo e deprimente, i piccioni riescono a creare una connessione magica tra loro.


Ned (7’08’’)

di Sharon E Sorensen - REGNO UNITO - (Iˆ Italiana)

Nel 1950, il dottor W.E Barnie, un insegnante di scienze di Portobello, Edimburgo, partecipò alla prima gara attraverso la Manica. Atterrando in 14 ore e 45 minuti, è diventato il primo scozzese e la persona più anziana ad aver completato con successo la nuotata. Entrò nei libri di storia per la seconda volta il 16 agosto 1951, quando divenne la prima persona a nuotare nel Canale della Manica in entrambe le direzioni in una stagione, attraversando dall'Inghilterra alla Francia in 19 ore e 2 minuti e, 18 giorni dopo, tornando dalla Francia all'Inghilterra. Atterrando a Dover in un tempo di 15 ore e 1 minuto, ha battuto il suo record di età dell'anno precedente, un record che poi è rimasto interrotto per 28 anni.


Umbrellas (12’00’’)

di Jose Prats, Alvaro Robles - SPAGNA

In una terra lontana dove la pioggia non si ferma mai, Kyna, una bambina di sei anni, trascorre le sue giornate giocando con noncuranza sotto la protettiva "barba a ombrello" di suo padre, Din. Una notte, l'amato cane di Kyna, Nana, scompare. Per trovarla, Kyna si imbarcherà in un'avventura alla scoperta di sé e affronterà la sua grande paura, la Pioggia.


Girl in the water (7’00’’)

di Shi-Rou Huang - TAIWAN (Progetto studentesco)

La storia si basa sull’esperienza personale dell’autore, ricreando le prospettive uniche e il senso interiore del tempo che le donne hanno mostrato nel processo di crepacuore e auto-guarigione. Il corto è stato realizzato con 1.500 dipinti disegnati fotogramma per fotogramma da acquerelli e pastelli.


Game (5’25’’)

di Önder Menken - TURCHIA (Progetto studentesco)

Il corto racconta la storia di un gioco giocato in tutto il mondo che lascia il futuro e l’umanità nell’oscurità.